Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2009

Chi ci pensa è perduto

Il punto è molto semplice. Da qui a cinque, dieci anni, cosa vi aspettate di aver raggiunto? Cosa credete possa succedere e quali aspettative avete?
Io mi ritrovo a pensare...

Se i bambini vanno in giro con coltelli, e spacciano ecc... quando cresceranno, in che società mi ritroverò?
Se per studiare vengono tolti i fondi, non dico ingegneri o altro, ma un medico decente lo troverò? Già ora ti lasciano con attrezzi operatori nel corpo per anni... Ce ne sarà qualcuno che non scambierà un mal di pancia per un cancro dell'intestino e viceversa? Anche perché pensando a come sono gli esami all'università, che si studia per passarli e il giorno dopo hai già scordato tutto; insomma non promette bene.
Arriverò mai a percepire un minimo di pensione? Mi devono spiegare perché un parlamentare per due anni seduto su una poltrona, tra l'altro quattro giorni a settimana, se va, arriva a percepire milioni di euro, e invece io, che ancora non ho nemmeno cominciato a lavorare e versare un cent…

attimi di scondiderato pessimismo

Cosa pensate del futuro che vi attende? Siete così ottimisti?

Qualcuno farà qualcosa per loro? E nel frattempo?

Ieri ho trovato un posto per partire. Verrò imbarcato su un gommone e spedito chissà dove verso le coste straniere. Perché me ne vado da casa mia? Chissà perché nessuno capisce; forse perché quando i problemi riguardano altri..è tutto più difficile. Com'è vivere con la miseria accanto? Con le persone che muoiono d'aids o per altre malattie che nel resto del mondo sono curabili? Com'è vivere con i bambini che muoiono di fame? Migliaia ogni giorno, eppure non fanno scalpore. E son sempre bambini! Com'è vederli morire di stenti? Com'è non poter fare nulla perché non ci sono i soldi? Perché non abbiamo un futuro... Per voi è vivere questo? C'era un tempo, in cui una suora camminava per le strade del nostro povero continente e portava aiuto; non aveva paura di stare tra i lebbrosi, e i mendicanti. Ma ora? Qui ci sono guerre, che a noi non interessano per lo più. Noi vorremmo tanto starcene per i fatti nostri a condurre una vita decente, ma spesso, chi per noi, ce lo i…

Mia nonna: ex cia

Vi racconterò la storia di una grande torturatrice. Secondo me, in tempi non sospetti fu assoldata dalle più grandi agenzie segrete del pianeta e nessuno potè resistergli; almeno stando a quanto riportato dai più grandi manuali in questo tema. Come ha fatto questa donna ad acquisire cotanta fama? Quali trucchi userà per far crollare i poveri malcapitati?
Bhe posso rivelarvene solo alcuni naturalmente. Per cominciare diciamo che assillare le persone aiuta molto. Soprattutto quando si avvicina e tutta solare ti chiede: cosa vuoi per pranzo? questo o quello? Bene tu scegli questo, e lei ti continua ad assillare petulantemente, fino a quando non cedi e le dici allora fa quello, e via dicendo. Una domanda sorge sempre spontanea e non trova mai risposta: Ma che me lo chiede a fare???!!!!
Appena svuoti il piatto cibandoti voracemente, posi la forchetta di turno, e nello stesso preciso istante, lei ti chiede: hai finito? posso togliere il piatto? E te lo toglie, che tu abbia finito, o no. E o…

Stregatto e Pumba, e gli allegri topolini!

Svuotando un antro di un  piccolo capanno diroccato Stregatto e Pumba si ritrovano alle prese con due topolini!  Cosa acccade?! hahahhah escogitano un piano diabolico... La solita, trita e ritrita lastra di legno piena di colla per topi! con qualche immancabile pezzetto di formaggio. Tutto pronto; la caccia può cominciare. E come nelle più brillanti puntate di tom&Jerry, chi poteva vincere se non quelle bestiole??? Il giorno dopo infatti un pezzo di formaggio mancava all'appello, mentre dei topi nessuna traccia! Immaginando si annidassero ancora dietro un vecchio armadietto, spostiamo il perimetro di colla e inondiamo la zona con acqua, schizzando un bel po' d'acqua. Ma dei roditori, nemmeno l'ombra. O hanno resistito, o se ne son andati nella notte! Ah che incontri si fanno nel fine settimana! Qualcuno li vuole adottare per caso?? Comunque Pumba propone brillantemente di passare al piano B! E questo mi ha ricordato troppo una puntata di un cartone... Ed esclama: Ci vu…

Tuffi nel passato. Tuffi nel domani.

E che dire; è stata una giornata impegnativa per molteplici aspetti... Poi la sera, si guarda un po' fuori dalla finestra e capita di vedere la luna, così piena e luminosa.. quanti pensieri. Capita anche di mettersi a letto, e di cominciare a pensare. E' come se rivivessi alcune cose successe durante il giorno quasi come se volessi memorizzarle e archiviarle prima di passare ad un altro giorno. E' una sensazione strana. Un'opera di selezione istantanea. E piano piano, tra un pensiero e l'altro cerco di deconcentrarmi e di perdere consapevolezza fino ad addormentarmi.  La mattina dopo poi, mi torna in mente il modo in cui mi son addormentato, e quando non sogno, o comunque non lo ricordo, penso al fatto che magari avrei potuto non svegliarmi. Come sarebbe perdere così i sensi, nel sonno, e non riacquisirli? Cosa cambia in quell'istante consapevolezza-inconsapevolezza?
Non esiste né luogo né tempo
distanza non esiste
io sono gli uomini del passato canuti e saggi
io sono…

Il misterioso caso del cercatore di tesori sul trenino express!

Et voilà! cominciamo a raccontare quest'avventura. Come chi vive a Roma, dovrebbe sapere, c'è un trenino di metropolitana leggera che collega la periferia est della capitale con la stazione termini, con varie fermate. Una delle quali mi lascia vicino l'università, quindi praticamente lo prendo tutti i giorni. Le vetture sono un po' fatiscenti, obsolete e vecchie. Dire che alcune sono luride è un complimento! ahahha ma povero trenino mio! Almeno, il più delle volte funziona... Che dire, se ne vedono di tutti i colori; chi facendo finta di nulla butta in terra giornali, succhi di frutta finiti, cartacce, e tutto ciò che non han la pazienza di tenere fin quando non arrivano ad un secchio. Italian style! E che succede un bel giorno?!?! Il nostro crocodile dundee fratello di indiana jones... Me lo ritrovo davanti. Non è alto come immaginavo e ricordavo. E nemmeno il fisico è poi così aitante. Saranno gli anni di inattività che l'hanno lasciato un po' deteriorare. Insom…

Il viaggio di un sogno

Tempo fa mi ritrovavo a pensare. Ero sul bordo di una strada e immaginavo cosa fare; che strada prendere. Poi un giorno successe qualcosa che mi indicò la direzione. E chi poteva immaginarlo che sarebbero successe così tante cose, e poi, che avessi avuto così tanta voglia di crederci, di non arrendermi e di continuare a cercare, e provare. E poi, come accade sempre ormai, succede altro che all'inizio mi fa sbattere contro un muro.. Ahia che botta. E mi ritrovo di nuovo a pensare, stavolta in un'ambulanza che mi porta chissà dove per curare queste ferite; potrà mai essa aiutarmi davvero? Alla fine la mia strada è divenuta Le mie strade. Ormai ho sentieri, vicoli, strade principali, e extraurbane. Ogni tanto anche qualche autostrada, ma senza pedaggio! Possono entrare tutti, ma chi sbaglia, viene cacciato via a pedate nel sedere dal soccorso stradale!!
Insomma io che dovevo esser speranza per me stesso, mi ritrovo perso. Con un'altra strada da cominciar a percorrere. Chissà ques…

Coccodrillo affamato

Un bel giorno, Peter Pan decise di invitare Wendy a cena e con l'occasione le presenterà i suoi genitori! Incredibile eh. La ragazza era emozionatissima, poi per com'è lei, si faceva mille problemi per apparire al meglio e per la serata si preoccupò di portare anche un bel cesto. Infatti, Peter si era deciso proprio in prossimità del capodanno, e Wendy ancora più tesa per questo. Lui, volando qua e la, andò a prenderla, una spruzzatina di polvere magica e via, verso casa. Arrivati, lei consegna alla madre il prezioso dono; non mica per i soldi certo, quanto per il pensiero. Cosa accadde allora? Che la signora esclamò: "Certo che hai proprio soldi da buttare eh"!!! La faccia di Wendy cambiò completamente fisionomia, e potete benissimo immaginare. Come vi sentireste voi ad una risposta del genere? Poi la cena è continuata un po' tra sguardi storti, un altro po' di indifferenza, e qualche tentativo di riscaldare l'atmosfera, ma lei ormai aveva preso il colpo.…

Le indagini dell'agente segreto: ZeroZeroCiop

Wendy Ella è una graziosa fanciulla, ultimamente dai fianchi un po' allargati (hahahaha), dal carattere solare e sempre piena di impegni, a casa e non. Un tempo grande perfida, col crescere sta diventando molto più paziente e permissiva! Sta ufficialmente insieme a Peter Pan, malgrado qualche battibecco frequente.

Peter Pan Ragazzo sempre in cerca di qualcosa da fare; della stessa età di Wendy, passa le giornate tra amici, la ragazza, qualche lavoro e il fancazzismo. Tiene molto a Wendy, anche se ogni tanto fa di tutto per nasconderlo.  Spugna Amico sia di Wendy, sia di Peter, molto più spregiudicato. Ha vissuto un'infanzia difficile; passa il suo tempo nel nulla più totale. Sempre in giro con "amici"; sta con una ragazza che non si sa più quante volte l'abbia cornificata... Ogni volta che può, organizza piccoli party con l'immancabile ubriacata quotidiana.  Suo amico è Ciuchino.





Ciuchino

Ragazzo problematico (e chi qui non lo è!?) Della stessa età, circa, dei persona…

Il bicchiere del successo

Il nostro Agente segreto, in missione super-segretissima, ha portato notizie fresche. Dal rapporto si evince che: "Un giovane maschio, età circa 12 anni, è stato soccorso da un'ambulanza pochi giorni fa, perché mentre si trovava in un parco pubblico con gli amici, si è sentito male per aver bevuto alcolici. Cosa mai può aver bevuto quel bimbo??? Beh una bottiglia di vino e mezza di grappa. Non contento di ciò, arrivò il fratello sul luogo del misfatto e cominciò a prendersela con gli amici accusandoli di averlo obbligato, perché lui, non avrebbe mai fatto una cosa del genere da solo! Non è il tipo." Cavolo conoscerà suo fratello, no?
Io direi di no. E' risaputo che oggi se un figlio fracassa una vetrina di un negozio, i genitori difendono a priori il loro pargolo persino se torna a casa con una busta di sassi dicendo: no! mio figlio non è stato. Non fa queste cose! Già, son sempre i figli degli altri a far cazzate, chiudiamo gli occhi. E poi, per i genitori degli altri…