Passa ai contenuti principali

Vorrei le pupille di un altro colore


Starsene li, davanti a quel piccolo specchio e per caso cominciare a fissare quell'occhio. Cavolo, ma è reale quel che credo di vedere? Sembra possibile che quell'iride marroncino si muova? Come posso accorgermi così velocemente che si sta dilatando e restringendo a ritmo delle mie pulsazioni...

rimango imperterrito a guardarlo. Sembra così affascinante e così turbante. Le pupille che si dilatano mi spaventano quasi. Sembro quasi cosciente nel mio stato catatonico. Come se mi trovassi da fuori a guardarmi; a studiarmi e a cercare di capirmi. Pongo inconsciamente domande, perchè da sveglio non saprei che dire e che rispondere. L'importante è avere qualcosa da chiedere no?.
Sguardo che si perde in quell'oscurità che chissà dove porta. E' possibile entrarvi? e cosa ne scoprirei...
e se come accade nell'universo, fossero soltanto piccoli buchi neri che attirano e annullano tutto per portarti in un'altra dimensione? Entrare in un occhio, per perdersi. Venirci catapultati perdendo contato con l'altra parte. Cosa ne resta? Credo un bel tuffo nell'ignoto. O nel noto di me stesso.
Divago, mi perdo in me stesso. La cosa che mi riesce meglio.
e.... pensare che dovrei studiare :D!
Scegli un colore! Oggi mi ispira il viola.

Post popolari in questo blog

Miopie

Com'è felice il destino dell'incolpevole vestale! 
Dimentica del mondo, dal mondo dimenticata. Infinita letizia della mente candida! 
Accettata ogni preghiera e rinunciato a ogni desiderio... (Cit.)


Pensieri di diverso tempo fa, ormai. Nemmeno a farlo di proposito, ho perfino tolto gli occhiali...
Strane concatenazioni ci riserva la vita; ed il mondo appare una fisarmonica, a volte così grande e sconfinata, altre così piccolo da sembrare un condominio di tre piani.
E' tutto senza un'apparente e fondato motivo o pensiero logico. Eppure, così è se mi pare.


(momenti di indicibili sentimenti, Roma. Villa Pamphilj, 04/2017)

Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei

E' importante lasciare che certe cose se ne vadano. Si liberino. Si distacchino. Gli uomini hanno bisogno di comprendere che nessuno sta giocando con carte truccate: a volte, si vince; a volte, si perde. Non aspettarti che qualcuno ti restituisca qualcosa; non aspettarti che riconoscano i tuoi sforzi, che scoprano il tuo genio, che capiscano il tuo amore. Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia: semplicemente perche quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta, cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.

P. Coelho

Strade troppo strette e diritte...Per chi vuol cambiar rotta oppure sdraiarsi un po'

Ci han concesso solo una vita Soddisfatti o no qua non rimborsano mai E calendari a chiederci se stiamo prendendo abbastanza abbastanza Se per ogni sbaglio avessi mille lire Che vecchiaia che passerei Strade troppo strette e diritte Per chi vuol cambiar rotta oppure sdraiarsi un po' Che andare va bene pero' A volte serve un motivo, un motivo Certi giorni ci chiediamo e' tutto qui? E la risposta e' sempre si' Non e' tempo per noi che non ci svegliamo mai Abbiam sogni pero' troppo grandi e belli sai Belli o brutti abbiam facce che pero' non cambian mai Non e' tempo per noi e forse non lo sara' mai Se un bel giorno passi di qua lasciati amare e poi scordati svelta di me che quel giorno e' gia' buono per amare qualchedun'altro qualche altro dicono che noi ci stiamo buttando via ma siam bravi a raccoglierci. Non e' tempo per noi che non ci adeguiamo mai Fuorimoda, fuoriposto, insomma sempre fuori dai Abbiam donne pazienti rassegnate a…