Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2008

Inafferrabile innocenza

Stanca.
Stanca di me stessa.
Stanca di essere così.
Così sbagliata.
Così, così dannatamente così...

Elogio della democrazia italiana

Un gruppo di cittadini italiani che procede ordinatamente in gruppo... produrranno latte, formaggi e latticini, carne e lana; e tutto sol loro lavoro e il loro sangue.

Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai in una selva oscura: la diritta via era smarrita.

Se non ci fossero le macchine a farla respirare? a farla mangiare?gli infermieri e le suore ad evitare piaghe sul corpo? Cosa le sarebbe successo?
E' vivere questo? una cannuccia che ti pompa pappette? .... Vegetare in coma irreversibile.



Ma che senso ha che siano italiani entrambi? E' un deterrente? il reato ha meno valore o una pena più lieve che se fosse stato commesso da uno straniero qualunque?
Nella mia testa, un reato è un reato! (eccetto se li autodepenalizzi per legge!)



Gli uomini temono la morte come i bambini temono il buio; e come quella paura naturale nei bambini è accresciuta da fole e racconti, così è dell'altra

Svegliarmi di soprassalto nel cuore della notte. Prendo l'orologio, mezzanotte meno cinque. Inspiegabilmente la mente comincia ad affollarsi di pensieri che tornano aggalla dal profondo del vuoto che ho dentro, come risalissero quel precipizio in cui li avevo gettati, per nascondere quell'infinita paura che atterrisce e sconvolge mente e corpo. Guardar fuori dalla finestra la sconfinata dimensione del cielo; e sentirsi mancare il fiato. Sdraiato, guardo il soffitto, sento la pesantezza di ogni respiro, le membra stanche... e pensare che un giorno non le sentirò più.. Mi addormenterò e non verdò più quella luce del sole tanto calda e sorridente. E cosa accadrà? Perche sperare in qualcuno che accoglierà la tua anima? per conforto? no, non fa per me. Perche è così difficile convivere con la consapevolezza che nulla sarà? Polvere eravamo, e polvere torneremo. Concime? Il nulla. Perche aggrapparsi ad una futile e inutile speranza, in cosa? Solo fragilità da arginare; esseri umani insul…

combattere contro l'"ovvio" è una battaglia al tempo stesso assurda, per l'evidenza di ciò che dice, e disperata per la sua inutilità

Semplicemente … Ovvietà... Sconforto.

è difficile far durare una candela nella fredda pioggia di Novembre

Hai bisogno di un po’ di tempo… per conto tuo?

Hai bisogno di un po’ di tempo… da sola?

Tutti hanno bisogno di un po’ di tempo… per conto loro Non sai che hai bisogno di un po’ di tempo… da sola?

So che è difficile tenere un cuore aperto
quando sembra che anche gli amici siano lì per farti male ma se tu potessi guarire un cuore spezzato il tempo non sarebbe lì per incantarti?




Fammi girare e riportami all'inizio
Devo aver perso la ragione

Il nostro futuro è radioattivo

Il parlamento italiano ha approvato il 30 ottobre 2008 una modifica al ddl 1441 del 5 agosto 2008. Il governo avoca a se qualsiasi decisione in materia di nucleare, con la possibilità di superare il parere di Comuni, Regioni e Province, nonchè la totale esclusione di qualsiasi forma di informazione e partecipazione dei cittadini in deroga a tutte le legislazioni vigenti in materia di urbanistica e ambiente, per scegliere i siti e autorizzare la costruzione di impianti nucleari e di raccolta di rifiuti nucleari precedenti e futuri. La delega consente che i siti di produzione o dismessi o deposti di scorie, possano essere dichiarati aree di interesse strategico nazionale, soggette a speciali forme di vigilanza e protezione e, quindi, oscurati alle richieste di informatica da parte delle popolazioni. Infine, il testo prevede l'equiparazione dell'energia nucleare alle energie rinnovabili ponendolo come fonte da privilegiare rispetto alle altre fonti. Adesso, cari concittadini, potet…

Annegando...

Rifletti sul tuo respiro; si ti sembra assurdo, senti viva l'aria che dal naso arriva fin nei polmoni.  Adesso immagina due tubicini trasparenti, simili a cannucce di coca-cola. E infine...prova ad immaginarti circondato d'acqua, sospeso; e piano piano vieni calato al suo interno. Ora sei completamente immerso nell'acuqa. Cosa pensi? oddio, devo trattenere il respiro! fin quando? E se lasciasi che questo fluido mi penetri nel corpo?posso respirarla? Ti senti scoppiare il petto, non resisti più.  Ritornando a quelle cannucce, immagina che esse siano le tue narici, e ora l'acqua sta entrando dentro di esse. Cosa senti? piano piano, ogni secondo, un centimetro del tuo corpo si riempie di una goccia d'acqua in più. E tu la senti, ti pervade, la respiri, senti che ti strozza, che ti colma e ti fa mancare davvero il fiato, e più tenti di respirare, piu senti cemento dentro di te; la tua bocca si apre e la tua testa ti fa impazire con ragionamenti inutili, facendoti passare la …

Come coglieresti l'attimo?..se ci riesci..

Quant'è bella giovinezza
che si fugge tuttavia !
Chi vuol esser lieto, sia:  di doman non c'è certezza.

Quest'è Bacco e Arianna,
belli, e l'un dell'altro ardenti;
perché 'l tempo fugge e inganna,
sempre insieme stan contenti.
Queste ninfe ed altre genti
sono allegre tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Questi lieti satiretti
delle ninfe innamorati
per caverne e per boschetti
han lor posto cento agguati;
ora da Bacco riscaldati,
ballon, salton tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Queste ninfe anche hanno caro
da lor essere ingannate:
non può fare a Amor riparo,
se non gente rozze e ingrate:
ora insieme mescolate
suonon, canton tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Questa sòma, che vien drieto
sopra l'asino, è Sileno:
così vecchio è ebbro e lieto,
già di carne e d'anni pieno;
se non può stare ritto, almeno
ride e gode tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non…