Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2008

È così che muore la libertà, sotto scroscianti applausi

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza
E oggi siam pieni di interventi e declami pubblicitari che limitano le nostre libertà per farci credere che questo porterà a maggior sicurezza. E' cosi in america, in inghilterra...un po' ovunque nel mondo industrializzato. Perfino da noi, dove personaggi pittoreschi sponsorizzano trovate cataclismatiche per far vedere la loro linea dura, ferrea..che se le persone si fermassero a guardarle bene, capirebbero di esser presi in giro. Felicemente. E noi ci lasciamo abbindolare fin quando non avremo più nulla da barattare, e in quel momento non avremo nemmeno possibilità di reclamare qualcosa. L'intelligenza umana è direttamente proporzionale alla sua propria stupidità.

Vi vedo così affannati a cercar di sapere chi sono gli altri e le cose come sono, quasi che gli altri e le cose per se stessi fossero così o così.

"Non c'e' da scandalizzarsi se le nostre imprese verranno aiutate, ove necessario, anche se non so ancora come". Lo ha detto Berlusconi, al termine del Consiglio europeo a Bruxelles, parlando della situazione nel settore automobilistico, ricordando che "gli Stati Uniti fanno interventi massicci per l'industria dell'auto".
Ma aiuto di stato nell'economia... non è un qualcosa che tende verso il socialismo?comunismo? Un malato di rosso liberalista, libero mercato, "libera concorrenza" come fa a dire certe cose? Bhe perche tanto alla fine..per qualcuno l'importante è che noi ce lo prendiamo nel sedere e paghiamo. E loro incassano!!! Questo è sfruttamento!
Novità proprio! gli altri speculano e noi comuni mortali paghiamo i loro fallimenti amaramente. E' così in ogni campo. E ora le università sono in rivolta! L'intero paese è in rivolta. Milioni di norme distruttive. Terribili! Fatte da persone che nemmeno pensano! Non ultima quellad…

Sappiatelo, sovrani e vassalli, eminenze e mendicanti, nessuno avrà diritto al superfluo, finché uno solo mancherà del necessario.

Circa 24.000 persone muoiono ogni giorno per fame o cause ad essa correlate. I dati sono migliorati rispetto alle 35.000 persone di dieci anni fa o le 41.000 di venti anni fa. Tre quarti dei decessi interessano bambini al di sotto dei cinque anni d'età. 

Oggi, il 10% dei bambini che vivono in paesi in via di sviluppo muoiono prima di aver compiuto cinque anni. Anche in questo caso, il dato è migliorato rispetto al 28% di cinquanta anni fa.
Carestia e guerre causano solo il 10% dei decessi per fame, benchè queste siano le cause di cui si sente più spesso parlare. La maggior parte dei decessi per fame sono causati da malnutrizione cronica. I nuclei familiari semplicemente non riescono ad ottenere cibo sufficiente. Questo a sua volta è dovuto all'estrema povertà.
Oltre alla morte, la malnutrizione cronica causa indebolimento della vista, uno stato permanente di affaticamento che causa una bassa capacità di concentrarsi e lavorare, una crescita stentata ed un'estrema suscettibili…

finche ti passà di qui

Ride ancora il tuo corpo all'acuta carezza
della mano o dell'aria, e ritrova nell'aria
qualche volta altri corpi? Ne ritornano tanti
da un tremore dei sangue, da un nulla. Anche il corpo
che si stese al tuo fianco, ti ricerca in quel nulla.

Era un gioco leggero pensare che un giorno
la carezza dell'aria sarebbe riemersa
improvviso ricordo nel nulla. Il tuo corpo
si sarebbe svegliato un mattino, amoroso
del suo stesso tepore, sotto l'alba deserta.
Un acuto ricordo ti avrebbe percorsa
e un acuto sorriso. Quell'alba non torna?

Si sarebbe premuta al tuo corpo nell'aria
quella fresca carezza, nell'intimo sangue,
e tu avresti saputo che il tiepido istante
rispondeva nell'alba a un tremore diverso,
un tremore dal nulla. L'avresti saputo
come un giorno lontano sapevi che un corpo
era steso al tuo fianco.
Dormivi leggera
sotto un'aria ridente di labili corpi,
amorosa di un nulla. E l'acuto sorriso
ti percorse sbarrandoti gli occhi stupiti.
Non è p…

...neeel campo delle lucciole ci siam gia detti tutto tacendo...

Che vento che tira
taglia il respiro spinge un po' in la
forse ci vuol cambiare
mi sa che non ce la farà
mi riesci a sentire
in questo rumore?
vieni un po' qua
fammi sentire il mare
al centro di questa città
tu sai che ciò che so
sai la vita che ho
riparti un po'
forse ti piove dentro
usa la casa che ho





fino a che
tutte le strade portano a te
lascia che piova pure
prendiamo il sole che c'è
fino a che
tutte le strade portano a te
non ci si può sbagliare
prendiamo il tempo che c'è
il mondo non gira
o almeno non come
volevi tu
come ci avevan detto
quando era buona un idea
tu che sei ciò che sei
che non cambierai mai
promettimi che ci sarà sempre un posto
che tieni caldo per me








fino a che
tutte le strade portano a te
lascia che piova pure
prendiamo il sole che c'è
fino a che
tutte le strade portano a te
non ci si può sbagliare
prendiamo il tempo che c'è